Booking

Meteo
 
HomeIl territorioArte e culturaNaturaItinerari e sportEnogastronomiaCongressiNews & Eventi 
Fotogallery: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8

Punto d'interesseFesta di Sant’Antonio alla Motta Varese

Varese

 

Ogni 16 e 17 gennaio a Varese si festeggia la tradizionale Festa di Sant’Antonio accendendo un falò davanti alla chiesa omonima in piazza della Motta.

La festa nasce innanzitutto come ricorrenza religiosa in onore di Sant’Antonio Abate, eremita egiziano, patrono degli animali domestici e di tutti coloro che lavorano il fuoco: la leggenda narra che Sant’Antonio si recò all’inferno per contendere al demonio le anime dei peccatori, mentre il suo maialino creava scompiglio tra i demoni : per questo motivo si parla di “Fuoco di Sant’Antonio”, un insieme malattie dermiche che si presentano sottoforma di eritemi e che si dice l’eremita riuscisse a curare.

Durante la giornata del 16 gennaio vengono celebrate due funzioni religiose e alla sera viene acceso un falò nella piazza antistante la chiesa, Piazza della Motta.

Nel falò vengono buttati i bigliettini su cui le donne e gli uomini presenti scrivono le proprie richieste d’amore invocando Sant’Antonio: la tradizione risale ai tempi in cui gli uomini emigrati in Germania e in Svizzera tornavano a casa e le donne del tempo chiedevano a Sant’Antonio di fargli trovare un uomo pronunciando la seguente filastrocca: “Sant’Antonio del purscèl/ fam truva un om che sia bel/damel picul damel grand/ ma damel mia con stort i gamb” (Sant’Antonio santo del maiala, fammi trovare un uomo da sposare, che sia grande o piccolo, ma non con le gambe storte). Nella mattina del 17 gennaio, alla conclusione della messa solenne, vengono benedetti tutti gli animali e vengono lanciati in aria dai bambini dei palloncini contenenti anch’essi bigliettini.

La festa è molto sentita dai varesini e conta un numero di partecipanti ogni anno superiore ai duemila. Oltre alle celebrazioni religiose e al falò, il paese ospita bancarelle alimentari che espongono e vendono prodotti locali tipici.

Arte e cultura

Area territoriale:
Varese e sponda lombarda
 
Meteo|Press|Chi siamo|Contatti|Partner|Credits|Copyright|Privacy|Disclaimer
All Rights Reserved 2008-2013 © CCIAA del Verbano Cusio Ossola. Codice fiscale 93011170037, Partita IVA 01570810034
Musei e mostreChiese e devozione popolareAntichi borghiMusica e SpettacoloLetteraturaFolklore e Tradizioni
Parchi e RiserveGiardini, fiori e ville
Itinerari Bike e TrekkingGreenBikeSnowTrekkingAltri sportWaterWellness
FormaggiMieleSalumiRisoVinoDolci
LeisureCongressuale
Alto Lago MaggioreGolfo BorromeoBasso Lago MaggioreValle AntronaValle AnzascaVal BognancoValli Divedro, Antigorio e FormazzaOssola CentraleVal VigezzoLago d'OrtaVarese e sponda lombardaNovara e colline novaresiAscona, Locarno e valli
Alto Lago Maggiore Golfo Borromeo Basso Lago Maggiore Valle Antrona Valle Anzasca Val Bognanco Valli Divedro, Antigorio e Formazza Ossola Centrale Val Vigezzo Lago d'Orta Varese e sponda lombarda Novara e colline novaresi Ascona, Locarno e valli